Le virtù terapeutiche dell’acqua e dei fanghi

Le virtù terapeutiche dell’acqua e dei fanghi

Le virtù terapeutiche dell’acqua e terra,( idro e fangoterapia)  vengono raccontate all’interno di un corso nazionale per massaggiatori capo bagnini (gruppo Itard). Siamo stati coinvolti come clinica per insegnare quanto l’idroterapia (fregagioni, fasciature, bagni di vapore, bagni romani in vasca,. Inalazioni di  vapore) e la fangoterapia  (minerali vulcanici, fanghi termali, argille, ecc.) sono medicine essenziali da usare in ogni casa, in famiglia e come primo soccorso.

Veramente efficaci (basti pensare all’argilla nelle coliti acute e infiammazioni varie o al bagni di vapore nelle infezioni febbrili come le tonsilliti, bronchiti, ecc) queste terapie sono poco note, ma riscontrano sempre più successo. Pochi però conoscono i reali effetti scientifici e gli straordinari benefici medici, preventivi e curativi.

Ne parleremo anche nel prossimo week end sabato 5 e domenica 6 maggio (ore 9,30-18,30) ove potete iscrivervi per fare un corso teorico-pratico sui benefici dei fanghi e dell’idroterapia. Un solo esempio: la fregagione calda e fredda è una pratica igienica salutare: funge da caffè al mattino una camomilla la sera. Aiuta il sonno, il tonico risveglio, la tonicità dei muscoli e visceri. Fatela quasi tutti i giorni!

Come vivere sani e longevi

“Come vivere sani 100 anni” (DVD e libro Macrovideo a cura del dr. Bianchi Roberto) è una priorità costituzionale che dovremmo imparare fin dalle scuole elementari, poichè il dono della salute ci permette di fare meglio ciò che desideriamo e per cui siamo più portati. In “la scienza ci guarirà” Luc Montaigner, premio Nobel per la Medicina 2008, afferma che diventare adulti e nonni sani ed efficienti ci permette di aiutare le giovani generazioni a conservare la memoria storica e ad insegnare loro il patrimonio che abbiamo anche noi ricevuto. Ma è importante poter giocare con loro, accompagnarli, prenderli in braccio, ecc.. essere insomma sufficientemente vitali, longevi e felici ad ogni età. Un semplice antiossidante (come la papaia, la vitamina C, la Boswellia, o la B17) una semplice tecnica di cura, un piccolo cambiamento di stile di vita possono rivoluzionare la salute nostra e dei nostri cari! Ecco perchè, a tutto spessore, Casasalute ha riassunto le conoscenze di Medicina, Igiene, Spiritualità e Benessere per darci queste informazioni antiche e recentissime, queste opportunità, la maggior parte delle quali si possono imparare ed eseguire anche a casa propria.
Abbiamo tutti il diritto di vivere sani fino a cent’anni. Scopritelo come!
Pubblicazione Settembre 2011: Nuovo DVD libro,”Come vivere sani fino a cent’anni, tecniche diagnostiche e salutistiche naturali” dr. Roberto Antonio Bianchi, Ed. Macrovideo

reperibile in libreria o in Casasalute clinica terapie naturali

SOMMARIO DEL DVD
1 OBIETTIVI DELLA MEDICINA
1.1 La giovinezza biologica
1.2 Come vivere sani, longevi, felici
2 STILI DI VITA
2.1 La Postura e l’Atteggiamento
2.2 La respirazione
2.3 Il Movimento
2.4 L’Alimentazione
2.5 Igiene e prevenzione
3 TECNICHE DIAGNOSTICHE
3.1 Tecniche convenzionali (e.c.g. da sforzo, ecografia addome, ematici, pressione art.)
3.2 Tecniche olistiche e predittive (Polsi, Fisiognomica, Iridoscopia, Hemoli test, Esame a fresco del Sangue Vivente, Test Costituzionale)
4 TECNICHE SALUTISTICHE E TERAPEUTICHE
4.1 Tecniche terapeutiche (Idroterapia Bagni Vapore, Fitoterapia, Idrocoloterapia, Apiterapia, Emoterapia autologa Rigenerativa Staminale, Ossigenoterapia, Chirurgia Manuale)
5 LA MENTE
5.1 L’importanza della mente

SOMMARIO DEL LIBRO
LE 5 PREVENZIONI PER MANTENERCI SANI
1 LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE
2 LA PREVEZIONE ANTIINFETTIVA
3 LA PREVENZIONE DELL’ACIDOSI, INVECCHIAMENTO E SINDROME METABOLICA
4 LA PREVENZIONE ANTITUMORALE
5 LA PREVENZIONE DELL’ EQUILIBRIO COSTITUZIONALE

Diossine: frequenti gli episodi di mangimi contaminati. Cosa fare?

Diossina: Cosa è successo in questi giorni (gennaio 2011)?

L’allarme diossina parte dalle uova tedesche, ma poiché la sostanza nociva è nei mangimi, si è esteso anche al latte e alle carni di pollo, suine e bovine. Sinora Berlino ha chiuso temporaneamente 4.700 allevamenti di polli e suini, certificando 527 tonnellate di mangime inquinato. Secondo le indagini degli esperti della Federazione degli Agricoltori tedeschi (Dbv), sembra che le tremila tonnellate di acidi grassi destinati ad uso industriale siano stati prodotti dalla società Petrotec, produttrice di biodiesel, e rivenduti tramite l’azienda olandese Olivet al produttore di mangimi tedesco “Harles & Jentzsch”, che produce tra l’altro anche i grassi destinati all’industria della carta. Un portavoce del ministero dell’Agricoltura della Bassa Sassonia pare abbia confermato la notizia, riportata dal quotidiano Hannoversche Allgemeine Zeitung, secondo cui la presenza di diossina nei mangimi era cosa nota alla società “Harles & Jentzsch” sin dal 19 marzo 2010, ben nove mesi prima che l’allarme venisse alla luce.

L’Unione europea chiede di sapere se carni o uova siano state esportate in altri stati dell’Unione ma, un rapporto del ministero federale dell’Agricoltura ha escluso che i mangimi alla diossina siano stati venduti all’estero.

41 milioni di quintali di  latte tedesco entra in Italia nelle sue varie forme: in polvere, come formaggio lavorato o da lavorare, come caseina, a bordo di tir che concludono i loro viaggi in tutte le regioni. Importiamo ogni anno dalla Germania meno uova (27mila quintali), commercializzate con un sistema di tracciabilità molto stringente, con tutti i dati scritti sopra il guscio. Per il pollo e il manzo basta guardare la confezione in cui vengono venduti per ricostruire dove ogni animale è stato allevato e macellato. Non ci sono informazioni, invece, per quanto riguarda i suini, e nel nostro paese di quelli tedeschi ne entrano tantissimi.

Il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, spiega che oltre alle uova anche latticini e carni possono essere contaminati dalla diossina tedesca ma per ora non risultano essere arrivate in Italia partite sospette. In questi giorni sono potenziati controlli a tappeto da parte di NAS e ASL.

I precedenti episodi

Vari recenti episodi di contaminazione di diossina sono stati significativi, in vari paesi.

Alla fine del 2008, l’Irlanda ha richiamato molte tonnellate di carne di maiale e salumi con tassi di diossine fino a 200 volte oltre il limite di sicurezza. La contaminazione è stata individuata in mangimi contaminati.

(altro…)